Progetto Otello

otelloIl Progetto Otello promosso da Oipa Italia Onlus Sezione Firenze e Provincia e dal Comune di Pontassieve (FI), nasce a Dicembre del 2008 per dare la possibilità agli ospiti del canile convenzionato, di trovare una famiglia.
Dobbiamo ringraziare la Dr Gianna Piccardi del Comune di Pontassieve che ci ha contattati e ha gestito con noi il Progetto di adozioni dando finalmente visibilità e importanza ai cani del Comune.
Per la prima volta qualcuno conosceva quei cani, faceva loro foto e appello, e non è stato facile ma col tempo sono stati sterilizzati, vaccinati e molti di loro adottati.
Ci ritrovammo d'avanti una situazione triste, una quantità di cani notevole dimenticata dalla cittadinanza e totalmente ignorata.
Tutti cani con storie devastanti alle spalle, storie di abbandono, di maltrattamenti e di solitudine, alcuni anziani e malati, non meno bisognosi di amore ed attenzione rispetto agli altri.
Adottare un cane è un nobile gesto che però richiede impegno, pazienza e costanza perché un cane non è un giocattolo ma un essere vivente e come tale va rispettato e tutelato, e questo deve essere ben compreso da chi ha intenzione di intraprendere questo bellissimo percorso.
Talvolta può capitare che durante l'adozione, specialmente nei primi periodi ci possano essere dei piccoli problemi di adattamento che sono solitamente correggibili con poche accortezze e con l'aiuto di professionisti del settore.
L'adozione deve essere consapevole, attentamente ponderata con grande senso di responsabilità e di rispetto verso l'animale, il ritorno in canile è per il cane motivo di traumi e stress difficilmente superabili.
La Sezione si è perciò occupata e tuttora si occupa di effettuare controlli pre e post adozione per garantire una sicura adozione e un futuro sereno per l'animale affidato e si fa carico di eventuali problematiche presentate dagli adottanti, allo scopo di agevolare l'inserimento dell'animale nel contesto familiare.
Grazie al successo del Progetto Otello che ha visto felicemente adottati più di 60 cani adulti e anziani altri Comuni del circondario si sono interessati alle nostre attività e ci hanno chiesto aiuto per i cani che da anni avevano in custodia con un bassissimo o quasi inesistente tasso di adozioni.
E' cosi che il Progetto si è ampliato con vari Comuni apportando ottimi risultati con le amministrazioni di Rignano sull'Arno e Terranuova Bracciolini.
Ad oggi i cani adottati sono stati più di cento ed ognuno di loro vive felice nella sua nuova famiglia.
Nella sezione Adottati e Felici potrai trovare alcune foto e alcune delle loro storie.
Dobbiamo purtroppo però a tutt'oggi constatare che molte amministrazioni con cui avevamo preso accordi nel tempo non si sono altrettanto impegnati nella gestione del Progetto e questo ha comportato grossi ritardi nelle adozioni e grandi investimenti in termini di energie e denaro da parte dell'associazione.
Speriamo che il futuro del Progetto Otello sia ricco di adozioni e di cambiamenti per molte piccole amministrazioni locali perché i risultati possono essere veramente importanti per tantissimi animali se i Comuni si impegneranno in campagne di sterilizzazioni e adozioni sulla scia dei successi del Comune di Pontassieve.

Se vuoi conoscere meglio il progetto o pensi che il Comune dove sei residente possa migliorare le proprie campagne di affido dei cani del proprio canile rifugio contattaci!

Visualizza gli appelli dei cani del Progetto Otello che cercano casa

Oipa Firenze su Facebook